Cerca
 

Bonus mamma: Ap, da sgravi Irpef a contributi in part time

Lupi, vogliamo quattro misure per aiutare famiglie e nascite

ROMA, 11 MAG – Quattro proposte per rafforzare le politiche per il sostegno alla famiglia e alle nascite arrivano da Ap, “punti per noi ineludibili, da inserire nella legge di stabilita’ o in altri provvedimenti per proseguire l’azione gia’ intrapresa dal governo”, ha scandito oggi il presidente dei deputati di Ap Maurizio Lupi, aprendo i lavori della conferenza stampa “Festa della mamma. Non bastano gli auguri”, alla Camera, con i ministri Enrico Costa e Beatrice Lorenzin e la presidente dei senatori di Ap Laura Bianconi.
Le quattro misure sono: l’introduzione del fattore famiglia, ovvero esenzioni Irpef tenendo conto del numero dei figli (in tal senso, ha aggiunto il ministro Lorenzin, andra’ anche la riforma dei ticket a cui il ministero della Salute sta lavorando con le Regioni); incentivazione del part time per la mamma nei primi tre anni di vita del suo bambino, prevedendo che lo Stato riconosca i contributi figurativi, come se lavorasse a tempo pieno, per la donna che sceglie il part time. E ancora, possibilita’ di scegliere, oltre al congedo parentale di 6 mesi al 30% dello stipendio, come e’ oggi, anche un congedo di 3 mesi al 60% dello stipendio (e a costo ero per lo Stato). Infine, il riconoscimento di contributi figurativi per 6 mesi alle donne che, entro due anni dal parto, perdano il lavoro o decidano di lasciarlo. Il ministro Enrico Costa ha ricordato che il 22% delle donne che mette al mondo un figlio, perde o lascia il lavoro nel giro di due anni dal parto.
“Dobbiamo iniziare a copiare le politiche per valorizzare la maternita’ che ci sono in Francia – ha detto Bianconi – dove sono state fatte politiche, negli ultimi 15 anni, che ora stanno dando i frutti”. (ANSA).