Cerca
 

Fabrizio Cicchitto

Nasce il 26 ottobre del 1940 a Roma dove consegue la maturità classica presso il liceo ginnasio Dante Alighieri, si laurea, a 22 anni in giurisprudenza all’Università “La Sapienza” e successivamente si specializza in studi economici.
A 23 anni va a lavorare all’ufficio Studi della CGIL dove conosce Ferdinando Santi, leader dei sindacalisti socialisti della CGIL.
La sua attività politica inizia negli anni Sessanta in ambito universitario come dirigente dell’Unione Goliardica Italiana e nella F.G.S.I. (Federazione Giovanile Socialista Italiana) della quale dirige il mensile “La conquista”. Iscritto al Partito Socialista Italiano, di cui è membro della direzione nazionale, è uno dei leader della corrente della Sinistra Socialista guidata da Riccardo Lombardi. Entra nella prima volta in Parlamento, alla Camera dei Deputati, nel 1976. Rieletto più volte in Parlamento, anche al Senato, è attualmente alla sua settima legislatura.
Come responsabile della commissione economica del PSI partecipa al dibattito sulla politica economica del Paese e, tra l’altro, contribuisce alla definizione della posizione dell’Italia sul sistema monetario europeo.
Dopo il crollo del sistema dei partiti della prima Repubblica e dopo aver cercato di ricostruire il PSI, verificata l’impossibilità di questa impresa, nel 1999 aderisce a Forza Italia ed è nominato membro del Comitato di Presidenza del partito e responsabile del Dipartimento Nazionale Lavoro e relazioni Sindacali. Dal 2001 al 2006 ricopre l’incarico di vice presidente del gruppo parlamentare alla Camera e quello di vice coordinatore del partito dal 2003 al 2008. In questo periodo fa parte della Commissione parlamentare sull’attività spionistica dei paesi comunisti in Italia, denominata Mitrokhin, e del Capaco, inoltre è competente della Commissione parlamentare sui fatti del G8 di Genova.

Alla chiusura del Pdl, è tra i fondatori del Ncd.

E’ presidente della Commissione Affari Esteri della Camera dei Deputati.
Nel corso degli anni collabora con numerosi quotidiani, tra cui l’Avanti, il Giornale, Libero, e svolge studi e ricerche economiche, politiche e storiche, raccolti in saggi e in libri (1).
Nel 2002 fonda la rivista trimestrale “L’Ircocervo”, di cui è direttore e nel 2009 la Fondazione “Riformismo e libertà” per le ricerche politiche, storiche ed economiche, di cui è Presidente.

(1)

·         Pensiero cattolico ed economia italiana (Roma, 1967)

·         Dal centro-sinistra all’alternativa (Roma, 1976)

·         La questione socialista: dall’autunno caldo all’alternativa (Venezia, 1976)

·         Relazione alla Conferenza operaia nazionale (Torino, 1977)

·         Politiche nuove per l’industria italiana

·         Dall’utopia al potere

·         Rapporto pubblico e privato e modernizzazione dell’industria italiana

·         Rodolfo Morandi, il partito e la democrazia industriale

·         Il governo Craxi

·         Storia del centro-sinistra in Italia: quarant’anni di vicende politiche nel nostro paese

·         Riflessioni sulla fine della prima repubblica e sulla sinistra di governo

·         De Gasperi e Togliatti, due protagonisti

·         La DC dopo il primo ventennio

·         Le scelte dei democratici

·         Il PSI e la lotta politica in Italia dal 1976 al 1994 (Milano, 1995)

·         La disinformazione in Commissione Stragi: il grande inganno

·         Il G8 di Genova: masticazioni e realtà

·         Forza Italia, analisi all’interno

·         Il paradosso socialista: Da Turati a Berlusconi (Roma, 2003)

·         L’uso politico della giustizia (Milano, 2006)

·         L’influenza del Comunismo nella storia d’Italia: il PCI tra via parlamentare e lotta armata

·         La sinistra italiana di fronte a un bivio

Su Facebook

Su Twitter

Sito Web